Filmmaker dalla fine degli anni ’70 e scrittore. Realizzo documentari e lavori multimediali oltre a siti web interattivi. Georeferenziazione e DVD interattivi di vario genere.

Gli ultimi due lavori sono stati un DVD per Vivalda editore (Jim Bridwell: the Yosemite Living Legend) in quattro lingue e una parte del libro “The Bird“, per l’editore Versante Sud, sulla vita e la carriera di Jim Bridwell. Il libro contiene la mia traduzione di un’opera scritta da Jim e vari capitoli scritti da Giovanni Groaz e da me.

Ultimamente sto montando un documentario sulla Patagonia . Il film è il tentativo di spiegare ai viaggiatori di una certa età ( si chiamerà: Due pensionati in Patagonia…) come sia possibile fare del trekking, senza soffrire troppo, in questa terra meravigliosa ma al tempo stesso spietata.

Dall’inizio del 2013 è disponibile per serate e proiezioni il film su Alfonso Vinci intitolato “Alfonso Vinci: il film di una vita avventurosa” 50 minuti sulla vita di uno dei personaggi più interessanti dell’Italia del dopoguerra: alpinista, capo partigiano, scrittore filmmaker e geologo che scoprì il più importante giacimento diamantifero del Venezuela… Il film ha vinto il premio per il miglior film d’avventura a Giridoot (INDIA)  al festival del cinema d’avventura

Michele Radici -Produzioni Cinematografiche e Multimediali

FILM PREMIATI

La Parete che non c’è” 52′,

  • Premio FANCON 1988 Al Congresso   Internazionale di Fantascienza, (Sci estremo) Courmayeur. Italia.

The Time Machine“: 32′

  • Prix du Public 1988 Al Festival du Cinema d’Aventure di Annecy. France.

Carnatic: la nave senza volto” 32′

  • Prix Fiction 1991 Al “Festival International de l’Image sous-marine d’Antibes”.

France

Sci Estremo” (Pierre Tardivel) 7′

  • -Selezionato al Filmfestival di Trento del 1993. Italia.

Valtellina: Un Mondo tra le Alpi

  • Golden Flower Al Tourfilm ’93 di Karlovy Vary, Repubblica Ceca
  • Gold Medal Al New York Festivals 1993
  • Gold Camera Award Al Internat. Film and Video Festival di Chicago 1994
  • Grand Prix Al Festival der Festival, Vienna 1994. Austria. –Premio Lombardia Al Festival del Film Turistico di Milano 1994. Italia

 Buildering” 14′ (Arrampicata solitaria su grattacieli)

  • Best film about mountain sports Al Festival de cine deportivo de muntaña de Torello 1995 (Spain)
  • Sarrio de Plata (Best mountain film ) Al Festival Internacional de cine deportivo. Ciudad de Jaca. Spagna1995
  • Best Technical Climbing Film Award Al Mountain Film 1996, Telluride (Colorado, USA)
  • Mention d’honneur Al XXIX° Festival International du film Maritime et d’exploration di Toulon. France 1997

Cascate di ghiaccio” 13′

  • Prize of the jury Al Festival de cine deportivo de muntaña de Torello 1995 (Spain)
  • Honorable Mention Al Filmfestival di Graz 1995. Austria.
  • Best Technical Climbing Film Award Al Mountain Film of Telluride 1996 (Colorado,USA)
  • Mention d’honneur Al XXIX° Festival International du film Maritime et d’exploration of Toulon. France 1997.

Canyoning” 14′ (Tuffi da grande altezza nei canyons)

  • Premio del C.O.N.I. Al Filmfestival Internazionale della Montagna di Trento 1995 Italia.
  • Premio del Publico Al Festival Internacional de cine deportivo Ciudad de Jaca. 1995 Spain
  • Best Technical Climbing Film Award Al Mountain Film of Telluride 1996 (Colorado, USA)
  • Prix du Jury 1997 Al XXIX Festival International du film maritime et d’exploration de Toulon 1997
  • Mention pour la qualité de l’image Al 9° Janssen de l’Aventure Sportive di St. Marcellin (France 1998)

“B.A.S.E. Jump in U.S.A. “ 13′

  • Prix du Scenario à la Coupe Icare.Festival International du film de Vol Libre a St. Hilaire du Touvet – France 1995
  • Grand Prix du Festival 1995. Didier Favre Air Festival Le Locle, Switzer-land
  • Grand Prix du Jury Al 9° Janssen de l’Aventure Sportive of St. Marcel lin (France 1998)
  • Mention d’honneur Al XXIX° Festival International du film Maritime et d’exploration di Toulon. France 1997
  • Prima TV Award al FAAF Filmfestival Internazionale di Praga. Czech Repu blic 2002
  • Spectators Award al FAAF Filmfestival Internazionale di Praga. Czech Repu blic 2002

“Jim Bridwell: the American Living Legend”

  • Short list at Trento Filmfestival della montagna ,
  • Graz Bergfilmfestival,
  • Salzburg Filmfestival,
  • Les Diablerets filmfestival,
  • Autrans filmfestival

Alfonso Vinci: il film di una vita avventurosa (50′)

  • Best Adventure Film at 22nd International Adventure Film Festival (INDIA) 2012

Michele Radici

Tel cellulare +39 335 666 58 40
e-mail: michele.radici@gmail.com

COGNOME: RADICI
NOME: MICHELE
CITTADINANZA: ITALIANA
NATO A: MILANO
LINGUE PARLATE: INGLESE, FRANCESE

CURRICULUM VITAE

Laureato in architettura, pratica la professione per anni, lavorando al tempo stesso come giornalista-fotografo specializzato in viaggi, avventura e sport estremi

Collaborazioni Editoriali

Tra I ’60 e I ’70 collabora con VELA & MOTORE la più conosciuta rivista di vela, come fotografo e giornalista firmando decine di articoli e copertine. Negli stessi anni collabora anche con la rivista BARCHE.

Negli anni ’70 firma tutte le foto e i disegni di due libri sulla vela intitolati rispettivamente “DERIVE” e “BARCHE OLIMPICHE E LEVEL CLASS” per l’Editore De Agostini

Negli anni ’80 collabora, come fotografo e giornalista per quattro anni, con WEEK END: importante rivista di viaggi, firmando decine di articoli e copertine e curando una rubrica mensile di 6 pagine sul Fuori Pista e lo Sci-Alpinismo nelle Alpi.

Vende articoli e foto a varie riviste: NAUTICA, GRAZIA, COSMOPOLITAN, Sole 24 Ore, ALP, AMICA, GENTE…

Sempre negli anni ’80 incomincia a firmare alcuni articoli per la rivista di alpinismo “ALP” a presentazione dei suoi film di montagna. Per esempio:

“THE TIME MACHINE” il primo film di fantascienza sugli sci in cui un campione di telemark viaggia nel tempo…

“FACE TO FACE” un thriller basato sul personaggio di un campione di sci spaventato …. Da se stesso

“ACQUA, NUVOLE E PICCHI” il primo film al mondo (di arrampicata) che è stato girato in Cina.

Negli anni ’90 Scrive con Andrea Gobetti, lo script dei documentari basati su storie originali, (Buildering, Icefalls, Canyoning e B.A.S.E. Jump in U.S.A.) per la serie televisiva Sector No Limits apparsa si ITALIA 1

Dal 98, per alcuni anni collabora con FIT FOR FUN. Scrive molti articoli di viaggio, di natura e sport “estremi” sia a sostegno di suoi documentari sia per la presentazione di luoghi particolari. Per esempio:

“Francois Legrand: Cimbing in Thailand” (Un articolo di 12 pagine su Phra Nang)

Collabora anche con GENTE VIAGGI, firmando molti grandi articoli (12-20 pagine) che trattano il tema della natura e della wilderness nei Parchi Nazionali Americani e nell’Oceano Pacifico

“Yosemite contro Yellowstone” per esempio, o “The Great Circle” sulla wilderness dei Parchi USA del deserto.

Serie televisive, Documentari e Pubblicità

Nel 1982 decide di lasciare definitivamente il mestiere di architetto e di dedicarsi completamente all’industria del cinema. Produce e dirige una serie di documentari di avventura e viaggi per Canale 5, RAI e Istituto Luce, mettendo a frutto le capacità acquisite nella pratica di vari sport (Skipper, pilota privato, alpinista e rocciatore, subacqueo e viaggiatore).

Tra il 1982 e il 1987 dirige per Canale 5 News un documentario di 15 minuti (il primo mai girato d un civile) a bordo del nuovo jet della Pattuglia Acrobatica Nazionale: MB 339 un jet per 1000 acrobazie. (Uno scoop che batte la RAI in volata)

Di seguito, per la trasmissione RECORD di Canale 5 (Cesare Cadeo), produce e firma molti documentari sull’archeologia subacquea, sul volo in deltaplano, il Kayak estremo, la speleologia subacquea, l’arrampicata moderna su roccia e ghiaccio….

Per sei anni collabora con JONATHAN, DIMENSIONE AVVENTURA, un TV serial di Italia 1 a cadenza settimanale dedicato all’avventura e presentato da Ambrogio Fogar. Per Jonathan produce e dirige molti documentari. Per esempio:

– CARNATIC: LA NAVE SENZA VOLTO, 16mm-32’:un film subacqueo che racconta la scoperta di un tesoro in un relitto affondato nel 1860 in Mar Rosso. Il documentario offre scene di fiction in cui è stata ricostruita la vita di bordo con costumi dell’epoca… (1° Premio al festival dell’Immagine subacquea di Juan les Pins) (Italia 1)

– THE TIME MACHINE, 16 mm, 32′ e FACE TO FACE 16 mm 29′, due documentari a soggetto incentrati sulle nuove tecniche dello sci (telemark, monosci, e snowboard) (Italia1)

– ACQUA, NUVOLE E PICCHI” 16 mm, 26′: il primo documentario di arrampicata mai girato in Cina. (Italia1)

Nel 1985 produce e dirige

– KUKENAM, 16mm-30’: un film che racconta la storia di una spedizione alla volta della quinta cascata del mondo: il Salto Kukenam, in Venezuela. Scopo del viaggio: salire la parete da cui precipita la cascata e filmarla per la prima volta da vicino. (Istituto Luce)

Dal 1988 dirige vari documentari industriali e spot. Tra questi ultimi: NUTELLA FERRERO, VAL D’AOSTA, VALTELLINA, e vari per SECTOR SPORT WATCHES

Nel 1993 firma (regia e fotografia) “VALTELLINA: UN MONDO TRA LE ALPI” : un documentario turistico sulla Valtellina che ottiene un gran successo internazionale vincendo:

il Golden Flower al FESTIVAL DI KALOVY VARI, nella Repubblica Ceca,

la Gold Medal al NEW YORK FESTIVAL del 1994,

il Golden Award al CHICAGO INTERNATIONAL VIDEO FESTIVAL del 1994. È dichiarato:

Best Film al FESTIVAL DER FESTIVALS di Vienna, manifestazione che presenta in gara i film che hanno vinto nelle altre manifestazioni mondiali.

il Premio Lombardia al festival del Film Turistico di Milano

Nello stesso anno, produce e dirige una serie di 10 puntate “IL MONDO DELLA MONTAGNA” che è acquistata da molte TV private e dall’ALITALIA

Tra il ’92 e il ’94 firma la regia di 8 film di sport estremo per le due serie TV chiamate “NO LIMITS” (ITALIA1)

I temi “RECORD DI PARACADUTISMO” (da 12.000 metri senza ossigeno), “L’Aliante” (Un triangolo di 1.300 km nelle Alpi), SCI ESTREMO” (Pierre Tardivel scende due pareti nord del Monte Bianco in prima mondiale).

Nel 1994, per la seconda serie (di cui ha ideato il concept), firma regia e fotografia di “Icefalls” (dal fondo di un crepaccio alla cima di una delle vie glaciali più difficili del Monte Bianco), Buildering (la scalata, in solitaria e senza assicurazione alcuna, di alcuni dei più alti grattacieli americani), B.A.S.E. Jump in U.S.A. (lanci con il paracadute da molti grattacieli europei ed americani, dal più alto ponte del mondo e da antenne TV di quasi 400 metri) e Canyoning (torrentismo estremo con tuffi da 30 metri nelle pozze dei fiumi)

Questi 4 film hanno vinto, fino ad oggi, 19 Premi nei più importanti Festival Cinematografici Internazionali (Con Valtellina, i grandi premi internazionali vinti con i soli film di sport e natura sono 24)

Nel 1995, firma soggetto, sceneggiatura, produzione esecutiva e le riprese di alcune parti di “MAKING TECHNOLOGY”: un documentario a soggetto per FINMECCANICA, finanziaria di stato per l’alta tecnologia. Il lavoro lo impegna per due anni in tutto il mondo per documentare l’eccellenza dell’alta tecnologia italiana.Il film, 35mm -17’, vince numerosi premi in tutto il mondo.

I documentari industriali del 1997 sono stati effettuati per clienti come BENETTON SPORT SYSTEM, LANGE SKI BOOTS, NORDICA, KASTLE SKI, DOLOMITE, etc.

Dal 1993 scrive progetti per serie televisive e fiction d’azione, basate sull’avventura.

Dal 2001 lavora nel campo multimediale producendo DVD interattivi

Produzioni e Regie

1998/99 SPOT: NUVENIA (prodotto femminile)

DIREZIONE E PRODUZIONE: UN DOCUMENTARIO DI 52′ INTITOLATO “FRANÇOIS LEGRAND: CLIMBING IN THAILAND” (RAI1, EUROSPORT, TSI)

UN DOCUMENTARIO INDUSTRIALE DI 16′ INTITOLATO “RESEARCH, TECHNOLOGY AND EXPERIENCE” PRODOTTO PER SGF (Gruppo Impregilo)

SOGGETTI E SCENEGGIATURE: TESTO E PRE-PRODUCTION DI UN DOCUMENTARIO INTITOLATO “TRAVELLING AND LIVING: UNDERGROUND“.

1999/2000 DIREZIONE E PRODUZIONE: UN DOCUMENTARIO DI 52’ “JIM BRIDWELL: THE AMERICAN LIVING LEGEND” GIRATO IN CALIFORNIA. JIM BRIDWELL, MITO MONDIALE DELL’ARRAMPICATA MADE IN USA, RACCONTA L’EVOLUZIONE DI QUESTO SPORT DI CUI È UNO DEI MASSIMI ARTEFICI

(Per RAI TV e TV Slovena.)

– UN DOCUMENTARIO DI 38’ INTITOLATO “MONDO CIESSE” PER CIESSE PIUMINI: (società del gruppo Fila)

– UN DOCUMENTARIO INDUSTRIALE DI 6’ PER “DOLOMITE” SKI BOOTS

– UN DOCUMENTARIO DI 15’ INTITOLATO “SGF’s PART IN THE HIGH SPEED RAILWAY PROJECT” PER SGF S.p.A. (Gruppo Impregilo)

– UN DOCUMENTARIO DI 26′: “LA LOMBARDIA INCONTRA IL TIBET” SULLA VISITA DEL XIV° DALAI LAMA IN LOMBARDIA DURANTE IL MESE DI OTTOBRE 1999. (Per il Consiglio Regionale della Lombardia)

– UN DOCUMENTARIO DI 5′ INTITOLATO “LA NUOVA SEDE DEL CONSIGLIO REGIONALE DELLA LOMBARDIA“

2000/2001 DIREZIONE E PRODUZIONE: UN DOCUMENTARIO INDUSTRIALE DI 48’ PER LA CIESSE-PIUMINI INTITOLATO “IL MONDO CIESSE”

UN DOCUMENTARIO INDUSTRIALE DI 10’ INTITOLATO “WORLD CUP” PER ROSSIGNOL LANGE

UN DOCUMENTARIO INDUSTRIALE DI 8’ PER KONG INTITOLATO “KONG”

2001/2002 DIREZIONE E PRODUZIONEUN DOCUMENTARIO INDUSTRIALE DI 10’ PER IL CLIENTE LANGE. “A CHAMPION AMONG THE CHAMPIONS” SUL NUOVO MODELLO 2002

UN PROGETTO MULTIMEDIALE MOLTO COMPLESSO PER LA MULTINAZIONALE ABB

UNA PUNTATA DELLA SERIE “GRANDI ITALIANI” PER RAI INTERNATIONAL DI 29’ SU “ELISABETTA BIANCHETTI: LA STILISTA DEL PAPA”

2002/2003

  • UNASERIE TV DI 18 PUNTATE PER RAI SAT SHOW CHIAMATA “POINT BREAK” SUGLI SPORT ESTREMI
  • UNA PUNTATA DELLA SERIE “GRANDI ITALIANI” PER RAI INTERNATIONAL DI 32’: “ARMANI E IL SENSO DELLE ARTI”

2003

  • UNA PUNTATA DELLA SERIE “GRANDI ITALIANI” PER RAI INTERNATIONAL DI 35’:FATE, DRAGHI E PINOCCHI (l’illustrazione dell’infanzia)
  • CONTINUA E TERMINA ILPROGETTO MULTIMEDIALE ABB (CON NUMEROSI DOCUMENTARI E FILMATI TECNICI)
  • UNA PUNTATA DELLA SERIE “GRANDI ITALIANI” PER RAI INTERNATIONAL DI 30’: “FERRE’ E LA MODA”
  • UNA PUNTATA DI 30’ DELLA SERIE “GRANDI ITALIANI” PER RAI INTERNATIONAL DEDICATA A LUCA SI MONTEZEMOLO E CHIAMATA “IL SOGNO DI UN UOMO: FERRARI”
  • UNA SECONDA PUNTATA DI 30’ DELLA SERIE “GRANDI ITALIANI” PER RAI INTERNATIONAL DEDICATA A LUCA SI MONTEZEMOLO E CHIAMATA: “MASERATI: LA STORIA NELLA STORIA”

2004

  • UN DOCUMENTARIO DI 52’ PER LA TELEVISIONE SVIZZERA INTITOLA TO: “BOLIVIA: L’ALTOPIANO ANDINO”
  • UN COMPLESSOPROGETTO MULTIMEDIALE PER IL CLIENTE MEREGALLI
  • ENTRA A FAR PARTE DI “CIVICOM” : IL MAGGIOR GRUPPO DI COMUNICAZIONE PUBBLICA IN ITALIA.
  • UNO SPOT DI 30”LOMBARDY MOUNTAINS PER LA REGIONE LOMBARDIA
  • UN DOCUMENTARIO DI 6’ DAL TITOLO “MOUNTAINS OF LOMBARDY” PER IL COLUMBUS DAY A NEW YORK
  • PRESENTA IL PROGETTO MULTIMEDIALE “FINALE LIGURE” SU RICHIESTA DEL COMUNE LIGURE

2005

  • INIZIA UN PROGETTO MULTIMEDIALE NEL COMUNE DI“FINALE LIGURE”
  • “JIM BRIDWELL: THE AMERICAN LIVING LEGEND”ARRIVA IN FINALE AL FILMFESTIVAL DI GRAZ (AUSTRIA) – A QUELLO DEI DIABLERETS (SVIZZERA) , AL FILMFESTIVAL DI TRENTO, A SALZBURG, A SEOUL.

2006

  • PROFESSORE ALL’UNIVERSITÀDI GENOVA. ESEGUE UN SEMINARIO DI 25 ORE INTITOLATO FILMMAKING PER L’ANNO 2005/6
  • SVILUPPA PER LA FOX IL PILOT PER UNA SERIE TV CHIAMATAKITEBOY
  • ALL’UNIVERSITÀ DI GENOVA INIZIA UN MASTER SUL CINEMA PER L’ANNO 2006/7

2007

  • ALL’UNIVERSITÀ DI GENOVA (SEZIONE DI SAVONA) CONTINUA A INSEGNARE IN UN MASTER SUL CINEMA
  • SCRIVE METÀ DIUN LIBRO SU JIM BRIDWELL PER VERSANTE SUD. (L’ALTRA METÀ È SCRITTA DA BRIDWELL STESSO)
  • ORGANIZZAVARIE SERATE NELLE QUALI PRESENTA I SUOI ULTIMI LAVORI.
  • INVITATO AL FESTIVAL DI TRENTO A PRESENTARE CON FOTO E VIDEOLA SUA CARRIERA

2008

  • INIZIAUN DOCUMENTARIO SULLE QUATTRO STAGIONI DEL COMPRENSORIO DI COURMAYEUR, LA SALLE, PRE ST DIDIER E MORGEX PER IL CLIENTE AIAT
  • TRADUCE IL LIBRO AMERICANO DI JIM BRIDWELL E NE AGGIUNGE UN BUON 50% . IN ITALIA SI CHIAMERÀ “THE BIRD – THE YOSEMITE LIVING LEGEND” E USCIRÀ PER I TIPI DIVERSANTE SUD
  • PRODUCE IL DVD “JIM BRIDWELL: THE YOSEMITE LIVING LEGEND” CHE VENDE ALLA RIVISTAALP

2010

– VIENE INVITATO A FAR PARTE DELLA GIURIA DEL FESTIVAL DELLA MONTAGNA DI TRENTO

2011

–  INIZIA LA PRODUZIONE DEL NUOVO FILM SU ALFONSO VINCI. COLLABORA CON IL CAI CENTRALE NELLA PERSONA DI PINO BRAMBILLA DIRETTORE DELLA CINETECA E CON EUGENIO PESCI PER I TESTI.

IL LAVORO DURERA’ UN ANNO CON LA LETTURA DI TUTTI E DIECI I LIBRI SCRITTI DA VINCI, IL RITROVAMENTO DI DUE FILM IN 16 MM CHE SARANNO RESTAURATI E UNA SERIE DI RIPRESE CHE TERMINERANNO

L’ANNO SUCCESSIVO CON IL MONTAGGIO E LA POSTPRODUZIONE.    IL FILM SARA’ RESO DISPONIBILE ALLE SEDI DEL CAI CHE LO RICHIEDERANNO E VIENE PRESENTATO A VARI FESTIVAL INTERNAZIONALI.

2012

– IL DOCUMENTARIO “ALFONSO VINCI: IL FILM DI UNA VITA AVVENTUROSA” VINCE IL PREMIO PER IL MIGLIOR FILM D’AVVENTURA AL FESTIVAL DEL CINEMA D’AVVENTURA DI GIRI-DOOT IN INDIA.

– INIZIA LA PREPARAZIONE AD UN NUOVO DOCUMENTARIO IN COLLABORAZIONE CON MAURIZIO OVIGLIA.